Corso Yoga 2019-2020

Suono, mantra, pensieri

Sembra che all’origine di ogni cosa, prima che il mondo si manifestasse, ci fosse un suono, una vibrazione che aleggiava nell’Universo.

Così scrive San Giovanni nel Vangelo:

In principio era il Verbo…

e così ribadisce la Māṇḍūkya Upaniṣad:

Oṃ è tutto ciò che era, ciò che è, ciò che sarà…

Oṃ, una vibrazione così sottile da non essere percepibile all’ascolto ordinario, la ritroviamo nel nostro corpo a livello profondo, cellulare, e nella nostra mente quando chiudiamo gli occhi e apriamo il cuore. La vibrazione è ritmo e in esso siamo immersi costantemente: il ritmo dei pianeti, delle stagioni, del giorno e della notte, del sonno e della veglia, dell’inspiro e dell’espiro, del battito del cuore, del respiro cellulare.

Dallo studio dei ritmi nasce il mantra, considerato anticamente in India come lo strumento per addomesticare la mente, evolvendola a un livello più alto fino a raggiunge in una dimensione spirituale, in cui aleggiano le vibrazioni più sottili.

San Giovanni prosegue:

il Verbo era presso Dio e il Verbo era Dio.

e la Māṇḍūkya Upaniṣad:

Ciò che è aldilà del tempo è la sillaba Oṃ… La sillaba Oṃ è in verità l’Ātman… Colui che così conosce penetra nel sé assoluto con il sé individuale.

La pratica del mantra ci aiuta a rieducare i pensieri, a rivedere oggetti e concetti con altre prospettive. L’approfondimento del mantraguiderà il percorso di quest’anno per aiutarci a camminare a ritroso (nivṛtti marga) e a ritrovare le nostre origini nel suono melodioso e ammaliante che viene prima di tutte le cose.

Vi aspetto,

Om shanti
Enrico

Volantino Corso Yoga 2019-2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto